Salta direttamente ai contenuti
A
Commence par Contient Mot exact
There are 97 entries in the glossary.
Pages: «1 2 3 4 5 »
Terme Définition
Chiave di voltaPietra collocata al centro della volta a crociera, nel punto d'incrocio dei costoloni.
 
Chiesa, ChiesaEvoluzione italiana della forma linguistica greca 'ekklesìa', ricalcata nel latino 'ecclèsia', la parola indicava in origine una normale 'assemblea' di persone. Sempre di più, nei secoli, è passata a significare tutto quanto è collegato alla religione e alla gestione dei fedeli o credenti.
 
ColonnaElemento architettonico portante formato generalmente da base, fusto e capitello. A circa un terzo dalla base presenta un rigonfiamento, e si restringe lievemente verso l'alto (è rastremata).
 
ContrafforteElemento costruttivo a pianta generalmente quadrangolare e a forma di sperone o arco rampante che dall'esterno dell'edificio ha il compito di contrastare le spinte delle volte e degli archi.
 
CoroParte della chiesa riservata ai cantori, posto dietro l'altare, nell'abside; generalmente è costituito di stalli lignei spesso intagliati o intarsiati e aveva al centro un leggìo per i corali. Nelle cattedrali dei Paesi protestanti verrà sostituito dall'organo.
 
CostoloneElemento architettonico in uso nell'architettura romanica e gotica, che suddividendo la superficie di una volta a crociera o di una cupola ne scarica il peso sui capitelli dei pilastri sottostanti. L'insieme dei costoloni o nervature è detto costolatura.
 
CriptaAmbiente posto sotto al presbiterio della chiesa, ove sono i resti del santo martire cui la chiesa è dedicata. Potevano esservi sepolti anche alti prelati o altri personaggi di rilievo religioso o politico. A volte si estende fino a diventare una vera e propria chiesa sotterranea.
 
Croce, pianta aLa pianta a croce di un edificio di culto si definisce: a croce greca, quando l'edificio ha quattro bracci delle stesse dimensioni; a croce latina, quando in un edificio una, tre, o cinque navate longitudinali vengono tagliate da una o più navate trasversali (transetto); a croce immissa, quando l'edificio assume forma di T poiché il transetto si trova all'estremità della navata longitudinale.
 
Crociera, volta aVolta costituita dalla intersezione ad angolo retto di due volte a botte.
 
CupolaStruttura architettonica di copertura, di forma emisferica o ogivale o troncoconica, spesso im-postata su una base anulare in muratura (tamburo), che la raccorda all'edificio sottostan-te. Alla sommità può trovarsi una piccola edi-cola, detta lanterna.
 
CuspideElemento architettonico triangolare, generalmente posto a coronamento di una facciata, di un portale, di una tavola dipinta, impiegato anche in tabernacoli e cibori. Tipico elemento ornamentale gotico.
 
DeambulatorioIn generale: porticato o corridoio coperto di forma circolare o semicircolare o con sviluppo longitudinale. Nelle chiese romaniche e gotiche è il prolungamento delle navate laterali oltre il transetto, che isola l'altare e il coro e dà eventualmente accesso alle cappelle radiali.
 
Destra e sinistraPer orientarci definitivamente nella complessità dell'area sacra, prendendo a prestito l'opzione descrittiva dei fiumi o corsi d'acqua con la quale si designa quale riva destra, partendo dal flusso della sorgente, consideriamo lato destro tutto quanto si osserva dal cuore della basilica o cattedrale, ovvero l'altare maggiore/coro o, meglio, l'abside centrale, luogo di collocazione originario della cathedra episcopale.
 
DevozioneIn origine, il termine latino de-votio indica uno stato interiore di singolare intensa adesione e dedizione a Dio e alla Chiesa sua sposa. Dal secolo XVIII in poi assume il significato negativo di atteggiamento e comportamento popolaresco, superficiale, esposto al pericolo di scadimento nella superstizione.
 
DiaconicumDal greco diakonìon, in origine indicava il luogo di accoglienza dei fedeli da parte del vescovo. In epoca classica bizantina ha perso il senso originario e sta soltanto ad indicare l'area corrispodente alla prothesis, a destra del Sancta sanctorum.
 
DuomoDalla micro-frase latina Domus Dei (Casa di Dio) o Domus Ecclesiae. E' la chiesa principale di una città. Non è cattedrale, in quanto non è sede ufficiale e unica del vescovo della diocesi.
 
EdicolaStruttura architettonica di piccole dimensioni a forma di tabernacolo, nicchia o tempietto, che generalmente accoglie una statua o un dipinto.
 
Emmanuel o EmmanueleParola calco di un originale ebraico: Imma-nu-El, che tradotta significa 'con-noi-Dio'. Nella tradizione iconica bizantina l'Emmanuel è raffigurato con il volto imberbe di un giovane o ragazzo. Il motivo di tale scelta sta nell'uso del nome abbinato ai Racconti della nascita e dell'infanzia del Messia. Un secondo motivo iconico ci porta a considerare l'eterna giovinezza del Cristo, proiettata nella dimensione escatologica.
 
EtimasiaLetteralmente "preparazione del trono" di Gesù Giudice di tutti e della storia, alla fine dei tempi. Su un cuscino è posto il mantello da giudice, il Libro chiuso della Legge e della Vita, la Croce e gli strumenti della gloriosa Passione, tramite i quali la Vita divina è stata donata agli uomini.
 
FacciataLa parte frontale più importante di un edificio in cui si apre l'ingresso principale. Per le chiese si definisce "a capanna" la facciata costituita di due spioventi che segue la forma della navata maggiore; "a salienti" quella che segue le differenti altezze delle navate. La facciata assume un significato simbolico, quale parte più rappresentativa e immediatamente visibile.
 


Tout | A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | Z


Glossary V2.0