Salta direttamente ai contenuti

Avvicinamento

PDF Stampa E-mail
Home arrow Avvicinamento

Nella Chiesa cattedrale di Monreale, città che sorge nei pressi di Palermo, in Sicilia, si ammira una tra le superfici di mosaici più grandi e interessanti al mondo. Finanziata e realizzata dal re siculo-normanno Guglielmo II, detto Il Buono, l'area artistica che stiamo per visitare ci immette in mondi culturali e religiosi che, pur distanti da noi di nove secoli, aiutano a comprendere anche il nostro XXI secolo.

Prima di inoltraci in questa Visita Virtuale è opportuno richiamarci, tutti, ad un fatica 'cerebrale'. Per capire, anche a livello minimo, l'essenziale di ciò che è e significa lo spazio sacro di Monreale, bisogna immergerci nei valori e negli eventi storici che danno logica vivente ai suoi celebri mosaici. Se non ci si sottoponesse a questo sforzo culturale, il turista o lo stesso credente cristiano ammirerebbero il lato esteriore dei manufatti architettonici e artistici. Ma, ripetendosi questi, in modo accentuato, il gruppo dei visitatori si stancherebbe subito dopo la presentazione di due o cinque concetti base o immagini tipo. Lo stesso fenomeno accadrebbe se visitassimo celebri spazi sacri mondiali come il tempio buddista di Angkor in Cambogia, o il palazzo buddhista del Potala, a Lhasa in Tibet, o il tempio egiziano del dio Amon a Luxor. Lo sforzo che richiediamo sarà compensato da una speciale soddisfazione culturale e, auspichiamo, anche spirituale, trattandosi di architettura religiosa vissuta.