Salta direttamente ai contenuti
A
Commence par Contient Mot exact
There are 97 entries in the glossary.
Pages: «1 2 3 4 5
Terme Définition
ScaliniElementi di superamento di barriere architettoniche oppure artificialmente progettati per dare maggiore prestigio ad un'area dell'ambiente.
 
ScandaloTermine greco indicante l'acuto dolore provocato, al piede, dall'aver inciampato in un ostacolo imprevisto. Nel Nuovo Testamento lo scandalo è lo stesso mistero messianico di Gesù il Messia/Cristo, venuto tra i suoi in semplicità e con misericordia.
 
TabernacoloOriginariamente, a livello biblico, il termine latino indica 'tenda', o, in greco, 'skene' e designa l'abitare di Dio JHVH con il suo popolo, nomade, abitatore di tende. Con la sedentarizzazione in Palestina, a Silo e poi a Gerusalemme, con la costruzione di una 'tenda' di pietra, il termine 'tabernacolo' evolve e sta a indicare la parte interna del Tempio, ancora decorata con tappeti e con il grande Velo che distinque l'area del Santo dei santi dall'area del Santo. In epoca medievale occidentale la voce 'tabernacolo' si riferisce ad una struttura preziosa, a forma di tempietto, posta sull'altare in cui si conservano le sacre Specie eucaristiche.
 
TamburoOrganismo a forma cilindrica o poligonale che raccorda gli appoggi dell'edificio sottostante con la cupola.
 
TecaCustodia in cui generalmente sono contenute le reliquie, in marmo, avorio, vetro o altro materiale.
 
Tempio, tendaArea sacra ebraica, detta anche, per eccellenza 'il Luogo'. Nella parte più interna si erige il 'Santua-rio', composto a sua volta da due sale, il Santo e il Santo dei Santi. Quando il popolo si stabilisce nella Terra promessa o Canaan, il Tempio è costruito - prima a Silo e poi a Gerusalemme - in pietra e legno. Al tempo, invece, dell'itineranza nel Deserto, ci si deve riferire all'area sacra della Tenda. Nelle usanze nomadiche, la tenda di JHVH accompagna il popolo nei suoi frequenti spostamenti.
 
TheotokosIn greco Θεοτόκος - traslitterato Theotókos; latino Deipara, Dei genetrix. E' un titolo di Maria, madre di Gesù. Letteralmente significa colei che partorisce Dio e viene reso in italiano con Madre di Dio. Questo titolo è stato dato nel 431 dal Concilio di Efeso. L'affermazione voleva sottolineare, nella mente del concilio, la divinità di Gesù Cristo. Infatti se Gesù è Dio - come già diceva in precedenza il concilio di Efeso - allora Maria può essere chiamata Madre di Dio. Il titolo è stato dato in contrapposizione con Nestorio, il quale preferiva i titolo di christotokos. La festività di Maria, madre di Dio viene celebrata dalla Chiesa il 1 gennaio
 
TimpanoSuperficie triangolare racchiusa nella cornice del frontone e che sovrasta la trabeazione. E' spesso ornato con affreschi o sculture in altorilievo. Indica anche la cornice superiore di portali e finestre.
 
TrabeazioneStruttura orizzontale del tempio, costituita di architrave, fregio e cornice. In generale è l'insieme degli elementi orizzontali sostenuti da colonne, pilastri e piedritti.
 
TransettoNavata trasversale che interseca il corpo longitudinale della chiesa, di cui ha la stessa altezza, dando all'edificio forma a croce. Il transetto può essere a più navate.
 
TriforaFinestra divisa verticalmente in tre luci da colonnine o pilastrini su cui posano i piccoli archi. A volte è incorniciata da un arco ulteriore.
 
TritticoPolittico pittorico o scultoreo costituito di tre pannelli uniti fra loro.
 
UrnaNella tradizione precristiana, in modo preponderante, indica un vaso in cui sono racchiuse le ceneri di una persona defunta. Di varie forme, con coperchio.
 
VelaUno dei quattro spicchi a superficie sferica della volta a crociera.
 
VetrataInsieme di tasselli di vetro colorato, uniti da una legatura di piombo in modo da formare un disegno prestabilito. La vetrata è fissata alla intelaiatura in ferro di finestre e rosoni.
 
VoltaCopertura a superficie ricurva di un ambiente o di una campata. Secondo la forma, la volta si suddivide in: - volte semplici: a bacino, costituita da una cupola molto ribassata poggiante su pennacchi; a botte, costituita da una struttura semicilindrica poggiante su due muri paralleli; a catino, cioè a forma di quarto di sfera; a cupola, definita dalla rotazione di una curva intorno a un asse verticale; a vela, cioè a calotta emisferica, impostata su un vano poligonale; - volte composte (derivanti dall'intersezione di volte semplici): a crociera, derivante da intersezione di due volte a botte; a padiglione o a spicchi, impostata su un ambiente poligonale; e altre ancora.
 
ZoccoloBasamento di un edificio, di un pilastro, di una statua. Si chiama plinto quando sorregge una colonna.
 


Tout | A | B | C | D | E | F | G | H | I | L | M | N | O | P | R | S | T | U | V | Z


Glossary V2.0